Sindrome del tunnel carpale: cos’è e come curarla

Sindrome del Tunnel Carpale

Sindrome del tunnel carpale: cos’è e come curarla con l’osteopatia

Debolezza, formicolio e dolore al polso (soprattutto nell’area alla base del pollice): sono questi i campanelli d’allarme della Sindrome del Tunnel Carpale, una patologia estremamente diffusa nel mondo occidentale, soprattutto tra le donne in età compresa fra i 40 e i 60 anni.

Scopriamo nell’articolo le principali cause, come si manifesta e come si può curare con l’Osteopatia.

Sindrome del tunnel carpale: cos’è

Nella mano, le ossa carpali ed il legamento carpale trasverso formano il tunnel carpale, ovvero un passaggio anatomico fondamentale per i tendini flessori del polso e delle dita.

In particolare, questo canale è importante per il decorso del nervo mediano, che deriva dal plesso brachiale e che è deputato alla sensibilizzazione delle prime tre dita della mano e all’attivazione dei muscoli dell’eminenza tenar (ovvero, il rilievo carnoso posto alla base del pollice).

La Sindrome del Tunnel Carpale rappresenta l’intrappolamento nella loggia anatomica del polso del nervo mediano, causando dunque una zona di stress, infiammazione e dolore.

Sindrome del Tunnel Carpale : le principali cause

L’origine di questa patologia è quasi sempre multifattoriale.

Il restringimento del tunnel infatti può essere legato a:

  • Predisposizione anatomica
  • Familiarità
  • Fattori ormonali
  • Fattori genetici reumatici
  • Storie di traumi pregressi
  • Overused dei tendini del polso, dita e avambraccio (in particolari tipi di lavoro, come sarto, insegnante, impiegato al PC).
  • Fattori posturali

Tutte condizioni in cui i tendini lavorano troppo e male, si ispessiscono e riducono lo spazio del tunnel, soffocando le strutture che passano all’interno.

Sintomi e diagnosi della sindrome del tunnel carpale

I sintomi si manifestano soprattutto nelle prime tre dita della mano, a metà dell’anulare (ovvero, la zona di competenza del nervo mediano), ma anche nel polso e alla base del pollice.

Tra i principali sintomi registriamo:

  • Parestesia (alterazione della sensibilità e della percezione del proprio polso)
  • Formicolio
  • Bruciore
  • Debolezza (nel trasportare oggetti o nel gestire il mouse del PC)
  • Dolore trafittivo sporadico
  • Dolore notturno
  • Impotenza funzionale (come non riuscire a svitare un tappo o ad aprire una maniglia)
  • Gonfiore o altre manifestazioni cutanee di alterazione del microcircolo (rossore, calore, secchezza).

Tuttavia, la sintomatologia appena descritta non è immediata ma si sviluppa negli anni con un processo infiammatorio progressivo.

La diagnosi viene fatta dal medico specialista con un accurato esame obiettivo e con l’aiuto di indagini strumentali, tra tutte i raggi X e l’elettromiografia, dove si valuta la qualità della conduzione nervosa del nervo mediano

Curare la sindrome del tunnel carpale con l'osteopatia e la ginnastica posturale

Il meccanismo eziopatogenetico di questa patologia deriva da un ridotto spazio nel canale formato da ossa carpali e legamento trasverso carpale.

L’Osteopatia e la rieducazione posturale Mézières mirano a ridare spazio al tunnel carpale, allungando le strutture fasciali che sono in relazione con il legamento trasverso e le strutture tendinee che si trovano al di sotto di questo.

Il trattamento della sindrome si concretizza:

  • Attraverso un minuzioso lavoro di allungamento fasciale di tutto l’arto superiore, dalla spalla alla punta delle dita, per restituire al polso la sua corretta mobilità.
  • Con la ricerca ed il trattamento di tutte le relazioni problematiche che l’arto superiore ha con la colonna, per non trascurare nessuna relazione disfunzionale messa in atto dal corpo per sfuggire al dolore.

È possibile prevenire la sindrome del tunnel carpale?

Non esiste una ginnastica preventiva per la sindrome del tunnel carpale, tuttavia una volta compresa la tendenza a sviluppare questa patologia si possono adottare una serie di attenzioni per evitare che la situazione precipiti o diventi cronica, come:

  • Utilizzare un tutore specifico (anche di notte)
  • Effettuare esercizi di allungamento e apertura del canale carpale
  • Utilizzare Fans soprattutto nei primi giorni di un eventuale fase infiammatoria del tunnel
  • Attenzioni ergonomiche lavorative
  • Effettuare esercizi dedicati di postura
  • Integrare con altre terapie farmacologiche qualora ci siano anche relazioni con diabete, patologie reumatiche o ormonali.

Vuoi saperne di più?

Contattami per avere maggiori informazioni su come l’Osteopatia può gestire e risolvere la Sindrome del Tunnel Carpale o per fissare un appuntamento.


Dott. Massimo Lo Conte

PRENOTA APPUNTAMENTO

Entro 24 ore dall’invio della richiesta di prenotazione riceverai una email di conferma con data, ora e luogo dell’appuntamento

    Ariano IrpinoGrottaminardaRoma




    PRENOTA TELEFONICAMENTE  >   +39 333 2170422

    PRENOTA TELEFONICAMENTE 

     +39 333 2170422