Neuroma di morton: cause, sintomi e cura

Neuroma di morton

Il neuroma (o neurinoma) di Morton è una patologia del piede che coinvolge uno dei nervi interdigitali.

Scopriamo in questo nuovo articolo di cosa si tratta, quali sono le cause, i principali sintomi e come l’osteopatia permette di gestire e risolvere questa patologia.

Cos'è il neuroma di Morton

Il neuroma di Morton è una fibrosi (ovvero, la riparazione di un danno tissutale) che si genera a carico del nervo interdigitale del piede, solitamente tra terzo e quarto raggio metatarsale.

La fibrosi stimola un cambiamento di consistenza del tessuto nervoso, rendendolo più grossolano ed irritabile, dunque predisponendo il nervo al dolore crescente.

Le cause

Le cause alla base di questa patologia sono molteplici, tra cui:

Predisposizione anatomica del piede

Tipi di calzature utilizzate (come scarpe strette o con il tacco)

Attività fisica che sollecita ripetutamente l’avampiede

Fattori posturali.

In definitiva, tutto ciò che restringe il passaggio dei nervi interdigitali rappresenta un fattore di rischio ed una possibile causa del neuroma di Morton.

Questa patologia è molto diffusa nel mondo occidentale, perlopiù tra le donne, in età compresa tra 35 e 60 anni.

Sintomi e diagnosi

La patologia è facile da identificare, visto che presenta sintomi tipici e molto riconoscibili. La diagnosi, che va sempre fatta da un medico specialista, si basa sull’indagine clinica e su eventuali indagini strumentali, come l’ecografia.

I principali sintomi sono:

dolore intenso sull’avampiede

parestesie

senso di formicolio, torpore e bruciore nell’area interessata.

Rimedi con l’Osteopatia

I sintomi appena descritti difficilmente trovano sollievo se non trattati da un professionista qualificato. Inoltre, trascurare il neuroma di Morton può portare nel tempo ad un aggravamento della condizione, fino all’impossibilità di camminare o svolgere anche le più semplici attività quotidiane.

Come trattare questa patologia? In fase subacuta, con:

Riposo

Ghiaccio

Eventuali farmaci steroidei (se prescritti dal medico)

Calzature comode e che non costringano il piede

Quando in fase acuta il dolore al piede diventa intenso, si può intervenire con le tecniche manuali osteopatiche per liberare i raggi metatarsali e la fibrosi che genera il neurinoma. Questa procedura permette nell’immediato di lenire il dolore e, successivamente, consente di intervenire con l’allungamento della catena muscolare posteriore, per allentare gli stress articolari e ridare mobilità al piede.

Per procedere con queste manipolazioni, l’osteopata effettua in primis una valutazione del carico del paziente:

 statica, per comprendere come la colonna gestisce dall’alto i carichi del corpo

dinamica, per valutare la distribuzione dei carichi e dello slancio durante il passo.

Infine, si procede con la rieducazione propriocettiva, per restituire al piede la corretta dinamica articolare ed il giusto movimento.

Valutazione, liberazione manuale dei tessuti, allungamenti (in relazione alle altre articolazioni dell’arto inferiore, al bacino e alla colonna) e rieducazione propriocettiva sono le fasi che, oltre a ridurre sensibilmente il dolore e l’impatto della patologia sulla vita quotidiana, permettono anche di consolidare i benefici nel tempo ed evitare possibili recidive.

Vuoi saperne di più?

Contattami per avere maggiori informazioni su come l’Osteopatia può gestire e risolvere il neuroma di Morton o per fissare un appuntamento.


Dott. Massimo Lo Conte

PRENOTA APPUNTAMENTO

Entro 24 ore dall’invio della richiesta di prenotazione riceverai una email di conferma con data, ora e luogo dell’appuntamento

    Ariano IrpinoGrottaminardaRoma




    PRENOTA TELEFONICAMENTE  >   +39 333 2170422

    PRENOTA TELEFONICAMENTE 

     +39 333 2170422