Lombosciatalgia: sintomi, cause e rimedi

La lombosciatalgia

Cos'è la lombosciatalgia

La lombosciatalgia è una condizione patologica in cui è presente una compressione o un’irritazione del nervo sciatico, che causa un’infiammazione del nervo stesso.

I segmenti vertebrali coinvolti sono L4/ L5, L5/S1 e S1/S2/S3, con le relative radici spinali.

Le cause della lombosciatalgia

Le cause della lombosciatalgia possono essere molteplici:

Gli stili di vita sedentari  
Il sollevamento errato di carichi 
Vizi di postura
Lavori pesanti 
Problematiche preesistenti alla colonna vertebrale 

In generale, tutto quello che sovraccarica le zone dei nervi spinali di L4/L5/S1, può potenzialmente essere causa di irritazione del nervo sciatico.

L’insorgere della patologia, nella maggior parte dei casi, non è improvviso: il disco, i legamenti e tutte le strutture intorno alla radice nervosa si logorano nel tempo, fino a quando il corpo, come azione di difesa, reagisce e blocca il rachide lombare.

Dunque, i casi acuti di sciatalgia lombo-sacrale si manifestano a partire da un movimento/momento scatenante (ad esempio, un colpo di tosse improvviso o il sollevamento errato di un peso), ma su una predisposizione sviluppata nel corso del tempo.

Sintomi della lombosciatalgia

Uno dei principali problemi che si riscontra parlando di sciatalgia è che i dolori sciatalgici possono essere facilmente confusi con sintomi simili ma non riferibili all’infiammazione del nervo sciatico.

Bisogna quindi prima riconoscere se si tratta realmente di sciatalgia e, successivamente, riconoscerne la fase acuta o cronica.

Come differenziare una sciatica vera da una sciatica falsa :

I legamenti, i muscoli e le vertebre possono generare dolore in una qualunque condizione di stress meccanico.

Se questo dolore percorre la gamba fermandosi al ginocchio e consentendoci comunque di camminare (anche se con un certo fastidio), non siamo di fronte ad una vera sciatalgia.

Questo è un dolore simil sciatalgico provocato dall’irritazione di legamenti, vertebre e muscoli, spesso a causa della sedentarietà, della conformazione fisica o della postura.

In questi casi, il dolore si risolverà con farmaci antinfiammatori nel giro di 7/10 giorni.

Lombosciatalgia acuta vera:

Scopriamo invece la vera lombosciatalgia come si manifesta.

Il nervo sciatico infiammato è caratterizzato da questi sintomi, che si presentano tutti contemporaneamente :

dolore forte, continuo, senza una posizione che dia conforto.
La localizzazione del dolore è sul rachide lombare, ma può raggiungere la natica, la gamba, il polpaccio e il piede (generalmente l’alluce o la parte esterna).
Al dolore si associa la perdita di tono muscolare e la riduzione dei riflessi.
Il paziente è costretto al riposo assoluto per alcuni giorni.

Lombosciatalgia cronica vera :

La lombosciatalgia può anche cronicizzarsi: questa condizione patologica si instaura dopo 2-3 mesi dall’attacco acuto di sciatalgia.

Dopo che i farmaci hanno ridotto i sintomi della fase acuta e il corpo ricomincia lentamente a muoversi, restano dei residui di dolore ed immobilità che impiegheranno mesi ad andare via del tutto.

Lombosciatalgia e osteopatia: i rimedi

L‘osteopatia unita alla ginnastica posturale è un valido e concreto aiuto per la cura della lombosciatalgia.

Durante la fase acuta le tecniche osteopatiche, attraverso manipolazioni e lavori fasciali, permettono di:

Allentare la tensione dei tessuti retratti ed infiammati.
Sbloccare le vertebre coinvolte nella radicolite

In questo modo il paziente riesce a superare la fase acuta dopo poche sedute, riducendo notevolmente il dolore che la caratterizzava.

La fase successiva è l’esame posturale, che permette all’osteopata di identificare i tessuti retratti e sofferenti, che sono causa di stress sul nervo sciatico. L’esame posturale è il punto di partenza teorico sul quale sviluppare i successivi esercizi di stretching, per allungare le catene muscolari retratte, e gli esercizi di connessione tronco/bacino, per stimolare la corretta mobilità articolare.

Questo percorso, che parte dalle manipolazioni e si conclude con gli esercizi posturali e di stretching, permette al paziente di alleviare immediatamente i sintomi più acuti e di intervenire direttamente sulle cause della patologia, evitando così nuove recidive.

Vuoi saperne di più? Contattami per sapere come l’osteopatia può gestire e curare la lombosciatalgia (anche nella sua fase più acuta e dolorosa).


Dott. Massimo Lo Conte

PRENOTA APPUNTAMENTO

Entro 24 ore dall’invio della richiesta di prenotazione riceverai una email di conferma con data, ora e luogo dell’appuntamento

    Ariano IrpinoGrottaminardaRoma




    PRENOTA TELEFONICAMENTE  >   +39 333 2170422

    PRENOTA TELEFONICAMENTE 

     +39 333 2170422