Bruxismo: sintomi, cause e rimedi

bruxismo

Il bruxismo: come risolvere il digrignamento involontario dei denti

Il bruxismo è il digrignamento involontario dei denti, che avviene perlopiù durante il sonno: la contrazione involontaria dei muscoli della masticazione causa lo sfregamento e la compressione delle due arcate dentali, provocando fastidiosi sintomi come mal di testa o bassa qualità del riposo.

Ma quali sono le cause? E come possiamo intervenire con l’Osteopatia per risolvere questa problematica?

Scopriamo di più nell’articolo.

Le cause: perché si digrignano i denti

Le cause del bruxismo possono essere molteplici e spesso non è semplice identificare un singolo fattore predominante. Tra le cause più frequenti abbiamo:

  • Sindromi da malocclusione, che durante il giorno affaticano i tessuti temporo-mandibolari
  • Stress psico-somatici
  • Ansia
  • Cattive abitudini masticatorie (come, un uso eccessivo di chewing gum)
  • Cattivi stili di vita (come abuso di alcol, fumo o droghe)
  • Disturbi del sonno
  • Presenza di neuropatie specifiche
  • Familiarità

Il bruxismo nei bambini

Nei bambini il bruxismo assume un significato più specifico e viene affrontato diversamene rispetto l’insorgere della patologia in età adulta.

In questi casi, infatti, l’origine del bruxismo è quasi certamente da ricercare nell’apparato orofaringeo o nell’orecchio, dove stati infiammatori acuti (come, le otiti) possono generare il digrignamento dei denti.

L’approfondimento diagnostico è comunque necessario: il periodo della crescita è una fase delicata e, per scongiurare possibili conseguenze del bruxismo (come sindromi da malocclusione), è opportuno affidarsi sia all’osteopata che all’odontoiatra.

Manifestazioni cliniche e sintomi

Come già detto, la tipica manifestazione clinica del bruxismo è il digrignamento dei denti, soprattutto di notte e nelle fasi più profonde nel sonno.

Il digrignamento può avvenire anche durante il giorno o manifestarsi solo con un serramento dentale. Inoltre si possono avvertire:

  • Dolore articolare accompagnato da stanchezza e scroscio dell’ATM
  • Danni o scheggiatura allo smalto dei denti
  • Bocca secca
  • Mal di testa ricorrenti
  • Qualità del riposo scarsa

La diagnosi è clinica, fatta con l’osservazione e la palpazione (è tipico il rumore di sfregamento delle arcate dentali), spesso seguita da un’ortopanoramica.

I rimedi al bruxismo con l’osteopatia

Il bruxismo trova ampio giovamento dalle manovre di inibizione dei muscoli masticatori, sia esterni che interni al cavo orale.

Lo step successivo, utile a consolidare i risultati ottenuti dalle manipolazioni, è:

  • Insegnare al paziente ad avere percezione dei muscoli masticatori e di come vengono usati.
  • Rieducare al corretto utilizzo dei muscoli masticatori. Questo lavoro è sia specifico che globale, valutando quindi il ruolo dei muscoli rispetto la lingua, la mandibola, il tratto cervico/dorsale della colonna e gli appoggi plantari.

Anche tu soffri di bruxismo o vuoi saperne di più? Contattami per prenotare una visita e scoprire come l’Osteopatia interviene per risolvere questo problema.


Dott. Massimo Lo Conte

PRENOTA APPUNTAMENTO

Entro 24 ore dall’invio della richiesta di prenotazione riceverai una email di conferma con data, ora e luogo dell’appuntamento

    Ariano IrpinoGrottaminardaRoma




    PRENOTA TELEFONICAMENTE  >   +39 333 2170422

    PRENOTA TELEFONICAMENTE 

     +39 333 2170422